Le dimensioni dei vasi per coltivare ortaggi (1)

9999-2011-05-26-MISUREVASI-1

Le dimensioni dei vasi per coltivare ortaggi (1)

Si sta diffondendo enormemente la pratica di coltivare ortaggi in vaso: per esempio sul balcone di casa, o sul terrazzo, ma anche nel giardino, occupando degli spazi lastricati o pavimentati o privi di terra utilizzabile, in quanto eccessivamente pietrosa, o troppo mista a calcinacci e residui simili. La principale difficoltà consiste nel determinare la grandezza utile dei vasi da utilizzare. Meglio ancora, disponendo di vasi in utilizzati, è preferibile sapere da subito quali ortaggi vi potranno essere coltivati con successo, e quali no.

Aglio

In genere più piante nello stesso vaso. Per 3 piante:

L = 25
H = 25

Poiché molti mi scrivono chiedendo quali misure debba avere un vaso per coltivare un determinato ortaggio, ho pensato  di presentare in questo post una rassegna che comprenda tutti gli ortaggi principali con le relative misure minime.

Basilico

In genere si pianta o trapianta a ciuffetti. Per un ciuffetto:

L = 14
H = 18

 

ALCUNE PREMESSE

Desidero fare alcune premesse, esprimendo dei concetti che sono universalmente validi, in modo da non doverli ripetere più volte nel prosieguo.

 

Che cosa si può coltivare in vaso.

Tutto, anche un baobab, se si dispone di un vaso abbastanza grande.

 

Quali vasi utilizzare

E’ possibile usare qualunque contenitore non trasparente in grado di contenere terra umida senza “spanciare”. Oltre ai vasi da giardino tradizionali, fustini, bidoncini, e quant’altro. Nelle foto potete vedere come siano stati utilizzati anche i sacchetti di terriccio, una volta svuotati, rivoltati su se stessi per ottenere una doppia parete alta circa 40 cm. Molto dipende, naturalmente, dall’aspetto che si vuole conferire al proprio orto: si potrasnno usare vasi eleganti sul balcone o in un bell’angolo del giardino, o vasi di recupero quando l’aspetto estetico ci sembrerà meno interessante.

Bieta a coste

Per una pianta:

L = 18
H = 25

 

Vasi di terracotta o di plastica?
Decisamente da preferire i vasi di plastica, per la minore dispersione idrica. Ve ne accorgerete quando, in agosto, dovrete innaffiare una volta al giorno i vasi di plastica, e almeno due volte quelli di terracotta. Svasature e trapianti si effettuano con grande facilità dai vasi di plastica

  

Misure di larghezza
Nelle indicazioni indico le misure in centimetri, nel formato: L (larghezza) e H (altezza).
Si tratta di misure MINIME. Certamente le piante beneficeranno di dimensioni maggiori.
Il valore L indica indifferentemente il LATO per i vasi quadrati, oppure il DIAMETRO per i vasi circolari. Siccome un valore importante per prevenire lo stress idrico è il VOLUME di terra disponibile, i vasi quadrati offriranno un piccolo vantaggio in più che potrà tramutarsi in 3-5 centimetri da risparmiare sull’altezza.

Nel caso di vasi RETTANGOLARI, si possono considerare multipli di vasi quadrati della misura del lato più corto. Es: vaso 35X60 = come due vasi 35×35

Carote

In genere più piante per un vaso, seminate a spaglio e poi diradate lasciandone una ogni 8-10 cm. di lato

L = 30
H = 25

 

Misure di altezza
L’altezza è importante per diversi motivi: per offrire un volume adeguato di terra e di umidità, prevenendo l’essiccazione rapida del substrato; per servire da supporto stabile per il sostegno dei tutori, che per alcuni ortaggi sono indispensabili; se il tutore non è infisso abbastanza profondamente nel terreno tende ad inclinarsi trascinando la pianta, anche per effetto del vento. Inoltre, per offrire lo spazio necessario alle radici, specialmente quando queste sono fittonanti.
Utilizzo delle ciotole
Per questi motivi le ciotole, che spesso non offrono più di 15 cm utili di terra, sono da considerarsi adatte sono ad alcun i generi di ortaggi e precisamente: quasi tutte le aromatiche di piccole dimensioni, le fragole, il basilico, l’insalatina da taglio, la rucola.

Cavoli di ogni tipo

Uno pervaso, in vasi moltoi capienti

L = 27
H = 25

 

Vantaggi della coltivazione in vaso
I vantaggi sono molti: risparmio notevole di acqua e di fertilizzante rispetto alla coltivazione in terra. Operazioni colturali più facilitate dalla maggiore altezza del suolo della pianta rispetto il normale livello di terra. Scerbatura eseguibile senza fatica con le mani. Prevenzione dagli assalti delle lumache facilitata, proteggendo i vasi INTORNO senza interessare direttamente le piante.

Cetrioli

Una pianta per vaso

L = 25
H = 25

 

Svantaggi della coltivazione in vaso
Se si vuole curare l’aspetto estetico bisogna rassegnarsi a spendere una certa cifra, infatti i vasi costano; inoltre, per evitare dispute con gli inquilini dei piani sottostanti, devono essere tutti dotati di sottovasi.  Le innaffiature devono essere meno abbondanti e più frequenti, sdpecialmente nei periodi più caldi quando le piante sono più cresciute, e la traspirazione del fogliame “succhierà” letteralmente ogni umidità dal terreno.

Cicoria

Meglio un a pianta per vaso, oppure in grossi vasi. Per ogni pianta un o spazio con almeno 20 cm. di lato

L = 18
H = 20

 

Lo stress idrico

Quando l’umidità traspirata dalle foglie non viene compensata a sufficienza dall’umidità succhiata dalle radici, si crea una condizione di stress idrico: non ostante il vaso sia ben colmio d’acqua, la pianta si affloscia come se l’acqua le mancasse. Non manca l’acqua, manca invece un apparato radicale abbastanza sviluppato da poterla pompare a sufficienza verso le foglie, che ne disperdono più di quanta ne ricevono.
E’ importante assicurare alla pianta un volume sufficiente di terra, affinché si crei un apparato radicale sviluppato in grado di fronteggiare l’eccessiva traspirazione.

 

Insalate in genere

Una pianta per vaso, oppure prevedere uno spazio con lato 20 cm. per la lattuga romana, 25 cm per la lattuga a cespo.

L = 20
H = 20

 

Consigli per prevenire lo stress idrico.
Non usate vasi troppo piccoli né troppo bassi. Non esagerate con le concimazioni azotate, che fanno nascere moltissime foglie e pochi frutti. Le insalate e ortaggi da foglia vanno messe in vasi di dimensioni tali per cui la pianta, crescendo, copre con i l fogliame tutto lo spazio andando oltre il bordo dei vasi: la terra al di sotto si conserverà più a lungo umida. Per quanto riguarda gli ortaggi da frutto, sfogliarli spesso. Per esempio, eliminare tutte le foglie sotto il palco che sta fruttificando, fino a terra (zucchini, pomodori). Per i pomodori eliminare tutti i getti laterali, e tutte le foglie che tolgono ombra ai grappoli di frutti.

Catalogna

Meglio un a pianta per vaso, oppure in grossi vasi. Per ogni pianta un o spazio con almeno 20 cm. di lato

L = 18
H = 20

 

Cipolle

In genere più piante in ogni vaso, oppure consociate a peperoni, pomodori, ecc. (una per vaso)
Da sola, per tre piante:

L = 25
H = 20

 

Fagioli nani

In genere si seminano a postarelle di 5-6 semi.

Per una postarella:
L = 20
H = 20

Per 3 postarellE:
L = 40
H = 20

 

Fagioli rampicanti

n genere si seminano a postarelle di 5-6 semi.

Per una postarella:
L = 24
H = 20

 

Fave

In genere più piante nello stesso vaso.
Per 6 piante:

L = 30
H = 20

 

… continua nel post successivo…
 


Coltivare l’orto
gruppo aperto

ISCRIVITI


Coltivare ortaggi in giardino e sul balcone
DIVENTA FAN

Altre  informazioni utili sulla coltivazione dell’orto le puoi trovare sul mio libro: Coltivare l’orto
BUON ORTO A TUTTI!!!
Le dimensioni dei vasi per coltivare ortaggi (1)ultima modifica: 2011-05-26T21:30:00+02:00da coltivarelorto
Reposta per primo quest’articolo