Coltivare la rucola in vaso

Coltivare la rucola in vaso

Esistono due varietà di rucola o rughetta, una detta “coltivata” che è annuale l’altra detta “spontanea” che può essere considerata perenne. Entrambe le varietà possono essere coltivate in vaso.
Ci riferiremo qui alla rucola coltivata, di cui è molto facile reperire le bustine di semi.

A livello di conoscenza generale diciamo è una pianta biennale: il primo anno produce foglie commestibili, il secondo produce i semi per la riproduzione.  Ha un fusto eretto e ramificato, che può raggiungere anche una altezza di 60 centimetri. Le foglie sono più meno lobate. Dai semi in bustina  si ottengono piantine dall’aspetto e sapore notevolmente diverso, alcune con foglie molto frastagliate altre con foglie quasi intere, dal sapore simile a quelle dei ravanelli. Questo, probabilmente, per effetto di ibridazioni spontanee.

La rucola può essere coltivata anche in piccoli vasi, in posizione a mezzo sole
 

In un grammo ci sono circa 500 semi, che hanno una durata germinativa media di 4 anni. Essendo molto piccoli, la semina va fatta su righe o a spaglio, facendo poi seguire un diradamento.

La semina in vaso invece si può fare spargendo un pizzico di semi sulla parte centrale del vaso, e ricoprendoli poi di un sottile strato di circa 2 mm di terra fine. Quando le piantine saranno alte circa 3 cm si diraderanno, lasciando solo le 3-4 più belle. Subito dopo innaffiare, come si fa per buona norma dopo ogni diradamento.  

Rucola del tipo “coltivata” (annuale) in vaso
 

La grandezza dei vasi

In pratica non ci interessa far crescere le piantine fino alla loro massima altezza, perché raccoglieremo prima le foglie spuntando i germogli troppo alti. Coltivando in vaso sarà possibile disporre i vasetti su una mensola o comunque su un supporto dove poter svolgere il lavoro di raccolta senza piegare troppo la schiena.

Per la rucola coltivata, sono sufficienti dei vasetti anche piccoli, di 10-12 cm. di diametro. Molti vasi piccoli sono da preferire ad un unico vaso grande, perché ogni gruppetto di piantine avrà la sua autonomia  di acqua e fertilizzante; starà a noi fargli avere anche una giusta autonomia di luce ed aria, distanziandole opportunamente.

Per la rucola perenne invece è consigliabile un vaso un po’ più grande, almeno 15 cm di diametro, perché la piantina dovrà trovare per alcuni anni nella stessa terra i microelementi che spesso mancano nella concimazione ordinaria.

Rucola del tipo “spontanea” (perenne)
 

La posizione  e le cure

La rucola è una pianta generosa, che dà molto e pretende poco. Si accontenta volentieri anche di una posizione a mezzo sole: se è coltivata in vasi piccoli richiede però innaffiature quasi giornaliere nei periodi più caldi. Se la  piantina tende ad emettere dei lunghi steli fiorali, questi vanno recisi perché se completa la fioritura non produce più. Per la concimazione, usare un concime azotato (anche la semplice urea)  

Nella rucola perenne, cimare sempre tutti i getti fiorali per prolungare la produzione

.


Coltivare l’orto
gruppo aperto

ISCRIVITI


Coltivare ortaggi in giardino e sul balcone
DIVENTA FAN

Altre  informazioni utili sulla coltivazione dell’orto le puoi trovare sul mio libro: Coltivare l’orto
BUON ORTO A TUTTI!!!